Sto caricando…

Il  cibo  puo  diventare  ambasciatore dello spirito di una citta, di una regione, di un paese?«Ma scherzi? Io non sono sfegatato del Made in Italy, potrei ammazzare pur di difenderlo! Pensa che quando ho curato la ristorazione per le Olimpiadi di Pechino, nel 2008, indossavo   una   giacca  con un ricamo: Birichin Piemonte Italia». Nicola, lavori in tre ristoranti ubicati in due paesi diversi: il Birichin a Torino insieme a The Egg , e Casa Batavia a Londra,  cosa  toglie  e  cosa  aggiunge questo  pendolarismo  internazionale?«Toglie  tempo  alla  vita  privata,  toglie l’attaccamento dei clienti che vogliono vedere  me  quando  entrano  nei  miei ristoranti.   Aggiunge   l’incontro con nuove tipologie  di  clienti:  quelli  che viaggiano  molto  e  seguono  parecchie suggestioni per scegliere il loro itinerario». Quali sono le molle della tua creativita?  «Amo  il  sapore  mediterraneo.  I nostri  prodotti  sono  un  vero  Amor  di Dio.  Del  resto  ho  origini  meridionali, vivo in mezzo a ricordi sempre freschi, come quello di oggi: il profumo di finocchietto selvatico nel vasetto di vetro che mi ha portato mia zia». 3 tuoi pregi e 3 tuoi difetti che si manifestano quando sei ai fornelli?  «Come pregi  mi  riconosco  l’essere  ambizioso, determinato  e  affamato  di  sapere.  Per quanto  riguarda  i  miei  difetti  confesso che  la  mia  diplomazia  e  pari  a  zero, sono irrequieto e anche un po’ ribelle» Torino, Londra … Ci sono altri luoghi dove  vorresti  aprire  un  ristorante?«Roma,  Mosca,  Manhattan,  Mumbai, Hong  Kong:  sarebbe  perfetto.  Certo probabilmente farei fatica anche a pronunciare il mio nome a causa del jet lag, ma questa e un’altra storia».

Indirizzo

Indirizzo:

‘L BIRICHIN - Via Monti 16/a

GPS:

45.048533, 7.67619300000001

Telefono:
Email:

-